Non è ancora Natale, ma in India è già Diwali.

Il più grande evento del mondo è religioso: il Natale. Ogni anno le persone e il sistema dei consumi si muovono in conseguenza di questa Santa occasione, spesso perdendo di vista i veri valori che essa rappresenta. Per noi, abitanti del mondo occidentale, è naturale, ma in India, paese da oltre un miliardo di abitanti, dove nasce uno dei 5 bambini che ogni minuto arrivano a popolare il nostro pianeta, solo il 2% lo celebra. Là si festeggia il 26 ottobre il Diwali, la “festa delle luci” che rappresenta la vittoria del bene sul male, della luce sulle tenebre, della verità sulla menzogna. Un mese dove tra leggende Indù e tradizioni popolari si segna un nuovo inizio spirituale e un rinnovamento di impegni per i valori della famiglia. Il primo giorno, Dhan Teras, è di buon auspicio comprare qualche utensile nuovo per la casa, che deve essere ripulita da cima a fondo per l’occasione. Il secondo giorno, il più importante, si celebra il culto della dea Lakshmi, che rappresenta la fortuna e alla quale si offrono preghiere per essere benedetti con la ricchezza e la prosperità.

Prosperità crescente, in un paese dove la “middle class” è in enorme aumento per via della internazionalizzazione delle importanti industrie indiane. Sempre più persone indiane accedono ai prodotti di massa e di lusso, privilegiando ovviamente i Brand italiani. Un’opportunità per la nostra industria, che può trarre dalla crescita indiana enormi benefici. Mumbai è la città “culturale”, dove è di casa la cosiddetta “Bollywood”, ovvero la più prolifica industria cinematografica mondiale. New Delhi è la Milano indiana, con le sue industrie. Negli ultimi anni, l’India è diventata una delle maggiori destinazioni per le multinazionali che intendono delocalizzare i servizi alla clientela in paesi a più basso reddito. Molti Indiani, infatti, sono in grado di esprimersi in inglese come persone di madrelingua e posseggono un alto livello d’istruzione, soprattutto nelle materie scientifiche. Questi elevati standard educativi hanno anche determinato un notevole sviluppo delle industrie locali legate al software e alla progettazione industriale.

Crediamo che l’India possa essere una grande opportunità e quindi abbiamo attivato un ufficio in India (oltre che in Brasile) per presidiare a livello di eventi e di brand licensing i mercati del BRIC per conto dei nostri clienti. Abbiamo già generato storie di successo con il Premio Kineo alla Mostra del Cinema di Venezia e con il licensing del brand Ducati. Ora tocca a voi.

Commenta

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...